IDI, ANMIRS: Basta incertezze serve soluzione definitiva

“I lavoratori del Gruppo IDI meritano dignità e rispetto, non è possibile che dopo anni di incertezze ci si trovi ancora una volta ad interrogarsi sul quando e se arriverà lo stipendio”.

Lo comunica, in una nota, l’ANMIRS, Associazione Nazionale Medici Istituti Religiosi Spedalieri.

“L’amministrazione del Gruppo ha garantito il pagamento dello stipendio di gennaio il prossimo 26 febbraio – prosegue la nota- Ci auguriamo che gli impegni presi vengano rispettati ma auspichiamo che una volta per tutte si arrivi per l’IDI ad una soluzione definitiva che porti finalmente stabilità, rilanciando la struttura e salvaguardando i livelli occupazionali”.

IDI, ANMIRS: Ennesimo ritardo nel pagamento degli stipendi

“Ancora una volta, l’ennesima, l’ANMIRS è costretta a denunciare il ritardo nell’erogazione degli stipendi ai dipendenti del Gruppo IDI Sanità. Ad oggi infatti non è stato ancora corrisposto lo stipendio di gennaio e non si capisce se la responsabilità sia da attribuire alla struttura commissariale del Gruppo, alla Asl RmE o alla Regione. Sinceramente dopo quello che i lavoratori dell’IDI hanno vissuto negli ultimi anni e dopo gli enormi sacrifici fatti per mantenere in vita un’eccellenza della sanità laziale, non siamo disposti ad aspettare un giorno in più. Ci auguriamo pertanto che Regione, Asl e commissari dell’IDI si attivino al più presto per consentire la regolare erogazione degli stipendi. Speriamo però che tali incresciosi ritardi, che troppo spesso si sono verificati negli ultimi anni, non si ripetano mai più”.

Lo comunica, in una nota, l’ANMIRS, Associazione Nazionale Medici Istituti Religiosi Spedialieri.