Siglato accordo tra la Regione Lazio e 1.400 medici precari

Siglato l’accordo tra la Regione Lazio e le organizzazioni sindacali della dirigenza medica e del comparto sanitario, che prevede la proroga di tutti i contratti a tempo determinato fino al 31 dicembre 2012. «Una firma particolarmente attesa, considerando che è stata posta sul filo di lana per evitare la scadenza del 31 dicembre 2011», sottolinea in una nota lo Smi-Lazio, ricordando che l’intesa riguarda 1.400 medici precari nella regione. Francesca Perri, responsabile del settore precari del sindacato Smi-Fvm, esprime una cauta soddisfazione, chiedendo però di utilizzare quest’anno di tempo per la definizione delle situazioni in sospeso e l’inquadramento, in ruolo, di tutti gli incarichi indispensabili per la sopravvivenza del servizio sanitario regionale. «Questa è solo una boccata di ossigeno per la sanità laziale – afferma Gian Marco Polselli, segretario regionale Smi – Ma è indispensabile proseguire nell’opera di normalizzazione degli organici di tutti i servizi sanitari del Lazio, soprattutto quelli di urgenza come i pronto soccorso o il 118, e i servizi di salute mentale ormai allo stremo e a rischio di chiusura per carenza di personale».